Il feudo monastico di Bobbio o feudo monastico di San Colombano di Bobbio fu un territorio molto vasto il cui centro religioso, culturale e politico era l’abbazia di San Colombano di Bobbio, oggi in provincia di Piacenza.

L’abbazia venne fondata nel 614 dal santo irlandese Colombano, monaco, abate missionario e uomo d’azione che partendo dalla natia Irlanda evangelizzò tutta l’Europa ri-cristianizzandola dopo le invasioni barbariche pagane od ariane, fondando centinaia di abbazie, monasteri o semplici chiese tutte seguenti la sua regola dettata attorno al 591 nell’abbazia di Luxeuil in Francia denominata poi regola dell’Ordine di San Colombano. Il monastero fu per tutto il Medioevo uno dei più importanti centri monastici d’Europa, celebre per il suo Scriptorium che tra il VII e il IX secolo fu il maggior centro di produzione libraria in Italia, uno dei maggiori in Europa.

Il territorio si estendeva in buona parte delle attuali provincie di AlessandriaPaviaPiacenzaParmaReggio EmiliaGenovaLa SpeziaMassa-CarraraLucca e Pisa. In più vi erano feudi sparsi sia come abbazie, priorati o semplici monasteri e celle monastiche isolate in tutta la zona del centro-nord d’Italia.